Thich Nhat Hanh: Perché la Preghiera a volte è Efficace e altre volte no?

Se vogliamo usare il telefono bisogna che ci sia un cavo, e che in quel cavo passi la corrente. La preghiera funziona nello stesso modo: se alla nostra preghiera mancano fede, compassione e amore, è come se cercassimo di usare un telefono quando nel cavo non passa elettricità. Il fatto di pregare non porta di per sé un risultato.

Esiste forse un modo di pregare che garantisca risultati soddisfacenti? Se qualcuno lo conoscesse, la gente sarebbe disposta a pagarlo a caro prezzo, ma non l’ha ancora scoperto nessuno. Noi non sappiamo per quali ragioni la preghiera a volte è efficace e a volte no. Da questa domanda ne deriva un’altra: se Dio – o qualunque altro potere al di fuori di noi nel quale crediamo – ha stabilito che le cose debbano andare in un certo modo, che senso ha pregare? Alcuni fedeli dicono che se Dio vuole qualcosa la volontà divina si sta già compiendo; perché pregare, allora, se tutto è già predeterminato?

Se una persona anziana ha il cancro, per quale motivo dovremmo metterci a pregare per la sua salute? Non è una perdita di tempo? Per i buddhisti, la stessa domanda si pone nei confronti del Karma. Se una persona ha compiuto delle azioni non salutari e dopo un pò di tempo si ammala, c’è chi dirà che è un tipico esempio di come funziona il Karma: come potrebbero le preghiere cambiare il corso delle cose? Se il nostro Karma è quello, perché modificarlo?

Ciò che nel cristianesimo si chiama “volontà divina” equivalente a ciò che nel buddhismo si chiama “retribuzione Karmica”. Dunque se un’entità spirituale ha disposto le cose in quel modo, a che scopo pregare? Potremmo rispondere con un’altra domanda: “Perché non pregare?” .

Dagli insegnamenti del Buddha abbiamo imparato che ogni cosa è impermanente, il che significa che tutto può cambiare: oggi godiamo di buona salute, domani ci ammaliamo; oggi siamo malati, domani la nostra malattia potrebbe essere scomparsa. Ogni cosa, però, segue la legge di causa ed effetto, dunque se abbiamo una nuova energia, una nuova intuizione, una nuova fede, possiamo dare inizio a un nuovo stadio di vita del nostro corpo e della nostra mente.

Quando ci sediamo a praticare, unificando la mente e il corpo, e inviamo la nostra energia d’amore alla nonna, alla sorella maggiore, al fratello minore, noi generiamo un’energia nuova. Quell’energia ci apre immediatamente il cuore. Quando abbiamo dentro il nettare della compassione e abbiamo stabilito una comunicazione fra chi prega e il destinatario della preghiera, la distanza fra Plum Village e Hanoi perde di significato.

Quella connessione non può essere valutata o descritta a parole: il tempo e lo spazio non costituiscono più alcun ostacolo. Noi e Dio non siamo esistenze separate e distinte, quindi la volontà di Dio è anche la nostra volontà. Se noi desideriamo cambiare, Dio non ce lo impedirà. Il poeta Nguyen Du lo ha espresso cosi:

Quando occorre, i cieli non si intromettono sulla via degli umani.
Il risultato delle azioni passate può essere azzerato, si possono creare cause e condizioni future.

La vera domanda è: noi vogliamo davvero cambiare oppure no? Vogliamo restare aggrappati alle lusinghe della sofferenza e lasciar vagabondare la mente nei sogni?

Se nel tuo cuore desideri cambiare, allora l’essere spirituale in cui credi, chiunque esso sia, ne sarà ben felice.

Lo stesso avviene nelle famiglie: nessuno è completamente separato dagli altri. Se il figlio o la figlia cambiano, cambieranno anche il padre e la madre. Se dal figlio o dalla figlia nasce un’energia che genera un cambiamento, innanzi tutto in se stessi, dopo un po di tempo quell’energia produrrà un cambiamento anche nel cuore del padre e della madre.

Le famiglie non sono composti da entità separate: anche se Dio ha predisposto che le cose vadano in un certo modo, noi possiamo sempre modificare il corso, perché come dice il Vangelo “noi siamo figli di Dio”.

Tratto dal libro “L’energia della Preghiera” di Thich Nhat Hanh

Trovi gli articoli, le traduzioni e le recensioni di questo sito utili? Se vuoi puoi sostenermi in quello che faccio con una semplice donazione!


Angeli Radianti © 2016 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow