Un angelo vicino a me

Gli angeli sono sempre vicino a noi sopratutto nei momenti più difficili. Gli angeli, in particolare gli arcangeli, possono anche prendere temporaneamente le sembianze umane se è necessario alla nostra salvezza oppure inviare altri esseri umani per aiutarci nel momento del bisogno. La storia che segue ci mostra proprio questo, come loro possono venire in nostro aiuto sotto le sembianze di passanti o stranieri.

Tuttavia voglio aggiungere che, non sappiamo esattamente se l’uomo incontrato da Eliana sia stato un angelo che aveva preso sembianze umane per salvarla o se gli angeli si siano serviti di quell’uomo per aiutarla. L’unica cosa certa è che un uomo ha tirato fuori l’angelo che era in lui ed ha offerto aiuto a chi in quel momento ne aveva bisogno. Finché al mondo ci sono persone così la speranza di una Nuova Terra è viva più che mai!

Che questa storia ci inspiri a tirare fuori l’angelo in noi per salvare noi stessi e gli altri.

Storia inviata da Eliana

Recentemente, ho vissuto una fase estremamente difficile della mia vita, dove tutta la mia fede e l’entusiasmo che ho sempre avuto, in particolare per la figura di Gesù e quella degli angeli, è stata veramente messa a durissima prova, al punto tale che sono fuggita di casa ed ho veramente desiderato più volte ed intensamente di morire.

Ma Dio aveva altri piani per me, non ha lasciato che morissi e mi ha mandato i suoi angeli per proteggermi in questa lunga fuga. Pensavo davvero che la mia vita ormai fosse finita,pensavo che tutto ormai fosse perso,avevo perso del tutto la speranza. Dio però aveva bisogno che io facessi quella prova e così, per un pò di tempo non mi ha aiutata(o almeno io così credevo), lasciando che lo odiassi e lo maledissi. Ma Lui sapeva che ce l’avrei fatta e che ne sarei uscita.

Ad un certo punto, mentre vagavo per le montagne, a piedi, sola, lontana da casa, mentre tutti festeggiavano il capodanno nel calore delle proprie case, ed io invece, una ragazza “normale” di colpo trasformatasi in una “vagabonda”, sotto la fredda e scrosciante pioggia, la nebbia, il freddo, il vento, senza un ombrello o qualsiasi riparo,  con la paura di prendermi una broncopolmonite, un angelo si è materializzato in un uomo.

Era poco più grande di me e di nazionalità straniera (forse albanese) che, mosso a compassione vedendomi in quelle condizioni, mi ha offerto un passaggio, da me rifiutato a causa della mia diffidenza e dei miei pregiudizi verso gli stranieri,  così ha insistito per donarmi almeno il suo ombrello. Non ha voluto niente in cambio.

Chissà, forse sarà stato uno di quei tanti albanesi venuti in Italia con il gommone, di certo non ricco…eppure non ha esitato un attimo ad offrirmi il suo aiuto. Che cosa bellissima!”

…per altre storie leggi qui.

Se volete potete distribuire liberamente questo testo, in maniera non commerciale e gratuitamente, conservandone l’integrità, comprese queste note, i nomi degli autori ed il link http://angeliradianti.com

Trovi gli articoli, le traduzioni e le recensioni di questo sito utili? Se vuoi puoi sostenermi in quello che faccio con una semplice donazione!



Angeli Radianti © 2016 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow