Wayne Dyer: Dio è Abbondanza

Immaginate che alcuni contenitori da un gallone abbiano la capacità di parlare tra loro. Uno vuole discutere del proprio essere vuoto con un altro che è sempre pieno. “Gallone Pieno” non sarà probabilmente capace di comprendere le difficoltà di “Gallone Vuoto”, poiché per quanto quest’ultimo sappia molto bene che cosa significhi essere vuoto, Gallone Pieno non sarà in grado di capirlo perché non sa essere altro che ciò che è.

Per quanto rozzo sia l’esempio, illustra bene cosa succede quando cerchiamo di comunicare con Dio, una Sorgente che è pura abbondanza, per chiederGli di capire e correggere ciò che crediamo ci manchi. Credetemi, Dio non sa nulla di mancanza, e c’è abbastanza di tutto per tutti. Tutti i doni che Dio, compresa la vita stessa, sono gratuiti e abbondanti, come l’ossigeno, la luce del sole, e l’acqua.

San Paolo ha detto: “Del resto, Dio ha il potere di far abbondare in voi ogni grazia“. Perché, allora esiste una cosi grande penuria nel mondo, comprese persone che muoiono di fame e vivono in povertà, e milioni di persone con il solito problema di non arrivare a fine mese con lo stipendio? Bene, ciò che io posso dire con certezza è che Dio non è responsabile di questo – c’è più di quanto basta per tutti.

Dopotutto, siamo partiti da un luogo che non sa cosa sia la privazione, e siamo arrivati su un pianeta che ha la capacità di nutrire e dissetare tutti i suoi abitanti in maniera costante. Noi esseri umani abbiamo assimilato le idee di mancanza e di sfruttamento dei doni di Dio, soprattutto attraverso azioni contrarie all’essenza divina.

Dio è al servizio di tutti noi, ma la nostra avidità ci ha fatto dimenticare gli altri facendoci concentrare solo su noi stessi. Come società e come individui, abbiamo fatto entrare la scarsità nella nostra vita, e possiamo porre rimedio a questa mancanza solo diventando più simili alla nostra Sorgente Spirituale dell’Abbondanza Infinita e del Dono Perpetuo.

Le soluzioni al problema della povertà e della scarsezza sono li davanti ai nostri occhi, e potremmo porvi rimedio domani stesso se ci ricordassimo che siamo tutti una cosa sola su questo pianeta: abbiamo tutti la stessa origine, e ritorneremo tutti nello stesso non-luogo da cui siamo venuti. Quando ci ricongiungeremo nei nostri cuori allo Spirito, i nostri governi si schiereranno dalla parte della verità, e i nostri leader emergeranno dalla coscienza ispirata.

Dobbiamo pregare per eliminare questa penuria reale, e rivolgerci a Dio come San Francesco con parole simili a queste: “fa’ di me uno strumento della Tua infinita abbondanza”, piuttosto che chiederGli di colmare un vuoto. In questo modo possiamo richiamare a noi la Sua energia invece di continuare a concentrarci su ciò che non abbiamo. Se concentriamo i nostri pensieri sulla mancanza, ne attrarremo ancora di più.

Dobbiamo iniziare a pensare di essere delle vibrazioni in sintonia con la frequenza dell’abbondanza di Dio. Se il nostro desiderio è quello di attirare ricchezza e prosperità, allora dobbiamo avere pensieri di prosperità che siano in sintonia con ciò che desideriamo, e che attivino il processo di manifestazione. E le forze sopite dell’abbondanza sorgeranno a nuova vita per aiutarci a realizzare questi desideri.

Tratto dal libro La Voce dell’Ispirazione di Wayne Dyer

Scopri tutti i meravigliosi libri di Wayne Dyer

Trovi gli articoli, le traduzioni e le recensioni di questo sito utili? Se vuoi puoi sostenermi in quello che faccio con una semplice donazione!


Angeli Radianti © 2016 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow