Wayne Dyer: La Grande Forza dell’Universo

Sappiamo che non c’è un Dio diverso per ciascuno di noi, né per ciascuna delle nostre tribù. Sappiamo che c’è una divina intelligenza universale che fluisce attraverso tutti noi, e in questo spazio sacro dentro di noi siamo tutti uguali e tutti siamo uno solo.

Sappiamo di essere creature spirituali che cercano di imparare ad essere umane. Sappiamo che la parte migliore di noi è l’amore, la gentilezza e la compassione. Eppure il nostro ego, sia individualmente che collettivamente, ha sostenuto una lunga e ardua campagna per promuovere una falsa idea.

Che senso ha che le persone si uccidano tra loro per risolvere dispute che ego antichi hanno creato molto prima che noi arrivassimo? Che senso ha credere che alcuni di noi meritino di mangiare il cibo che Dio ci ha dato e che altro non lo meritino in virtù della loro collocazione geografica? Che senso ha inculcare ai giovani la filosofia del “giro gratis”, inducendoli a credere che desiderare qualcosa significhi già meritarlo? Che senso ha mostrare ai nostri bambini immagini di violenza come divertimento e lasciare che adottino la convinzione dell’ego che faccia parte della natura umana ferire gli altri per difendere il proprio diritto di essere speciali e diversi?

Quando il nostro sé superiore incomincerà a trionfare sull’ego nelle decisioni della nostra vita quotidiana, staremo veramente progredendo sul sentiero della ricerca sacra per tutta l’umanità. Dovete bandire ogni dubbio circa la vostra abilità nel facilitare una tale ricerca, incominciando a capire che voi siete sia il microcosmo che il macrocosmo.

C’è un universo dentro di voi, un campo unificato di tutte le possibilità, che potete raggiungere se ne diventate il testimone compassionevole. Rimanete in silenzio e fate tacere il dialogo interiore. Ma più importante ancora è trascendere il falso sé che chiamiamo ego. Questo è il momento della guarigione. L’ego del mondo è destinato a essere frenato nel momento in cui più individui guarderanno dentro di sé per consultare la parte superiore di se stessi. I dubbi svaniscono e la rivoluzione spirituale è ben avviata.

Andare verso un mondo senza ego non è un’idea più inverosimile di quanto non fosse l’idea della caduta della cortina di ferro. A coloro che ne sentivano parlare qualche anno prima che accadesse, sembrava completamente assurdo. Ma le idee, i pensieri e la consapevolezza interiore sono strumenti potenti per la disintegrazione del falso sé.

Uno dei modi più semplici e potenti per farlo ci viene insegnato da Eknath Easwaran, che nel suo libro Meditation (meditazione), ci consiglia di passare trenta minuti in meditazione ogni mattina, ripetendo a noi stessi la preghiera di San Francesco. Dicendo questa preghiera otteniamo il duplice scopo di trascendere l’ego e invitare il sé sacro a guidarci per tutta la nostra giornata. Vi invito a unirvi a me in questa preghiera quotidiana mentre condividiamo il sentiero della ricerca sacra.

La preghiera di San Francesco

Signore fammi strumento della tua pace.
Dove c’è odio, fa ch’io semini amore;
Dove c’è offesa, perdono;
Dove c’è dubbio, fede;
Dove c’è disperazione, speranza;
Dove c’è tenebra, luce;
Dove c’è tristezza, gioia.
O divino Signore, fa ch’io non debba a lungo cercare
Per essere consolato come per consolare,
Per essere capito come per capire,
Per essere amato come per amare,
Poiché è nel dare che riceviamo;
È perdonando che veniamo perdonati;
È nel morire a se stessi che si rinasce alla vita eterna.

Se avete la medesima conoscenza del vostro mondo, avverranno cambiamenti radicali non appena useremo collettivamente la più grande forza dell’universo – la forza dell’amore.

Tratto dal libro “Il Tuo Sacro Io” di Wayne Dyer

Trovi gli articoli, le traduzioni e le recensioni di questo sito utili? Se vuoi puoi sostenermi in quello che faccio con una semplice donazione!


Angeli Radianti © 2016 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow