Il Bacio del mio Angelo

La storia di Simona

“Io credo di aver sempre saputo che accanto a me ci fossero gli angeli, ma era sempre stato un pensiero e solo qualche volta confermato attraverso alcuni avvenimenti nella vita quotidiana. Però adesso tutto sta cambiando, ora so che c’è qualcosa di più.

Frequento una scuola abbastanza lontana e per raggiungerla devo usare treni e pullman. È vero che possono sembrare cose stupide e banali, magari credenze di una ingenua sedicenne ma io ci credo lo stesso… ho rischiato negli ultimi giorni molte volte la mia vita. All’inizio della settimana per esempio stavo attraversando la strada, dietro di me sento la voce di un mio amico che mi chiama e io stupidamente mi volto, ad un tratto sento qualcosa, come un sesto senso, qualcosa che mi fa voltare di nuovo lo sguardo avanti a me. Un motorino mi passa a un centimetro dal viso ma sento un qualcosa che mi tiene indietro ed immobile. Le altre persone dietro di me erano convinte che quel motorino il viso me lo avesse sfregiato in modo irrecuperabile e invece…neanche un graffio.

Due giorni fa avevo un importante esame, una grande interrogazione, io non so perché non mi sentivo pronta e ho chiesto aiuto, ho chiesto per favore a qualcuno, che non so neanche chi, di non farmi chiamare …e quel giorno fu come se all’appello io fossi invisibile…non mi chiamarono in nessuna lezione.

Il giorno dopo avevo promesso che sarei andata volontaria per ringraziare “la fortuna” che avevo ricevuto il giorno prima, sperai con tutta me stessa che mi chiamasse su un argomento che sapevo a memoria, arrivata alla cattedra tutto quello che mi chiese il professore fu quell’argomento che avevo chiesto. Io non riuscivo a credere che tutto questo fosse solo “fortuna”…

Un mesetto fa, ero nell’aula d’arte, stavo disegnando su una tavola di legno molto pesante, larga e lunga un metro, mi giro per sbaglio e la tavoletta mi cade sulla fronte tagliandomi il ciglio destro facendo uscire assai sangue. Il dottore dopo aver controllato il tutto disse che avevo di sicuro qualcuno che mi proteggeva in alto nonostante stavolta avessi rischiato tanto… nemmeno un punto dopo tutto quel sangue.

Io sono rimasta senza parole, era indescrivibile quello che ho provato in quell’istante. Era il primo giorno in cui mi rendevo veramente e seriamente conto di avere accanto a me un angelo che mi protegge.

Ma le situazioni continuano…. una mattina mi sveglio, e senza un motivo, mi sono ritrovata un segno sul collo, ha una forma un pò irregolare, come una scottatura di una sigaretta, divisa in 2 in modo sottile, ma io ero in casa e nessuno mi aveva fatto nulla. Ho creduto di essermi fatta male nella notte e che il rossore si sarebbe tolto a momenti, però ormai sono passati 4 giorni e la macchia non è andata via, mamma ha detto che le voglie a questa età non si formano e allora io pensavo e pensavo. Può sembrare stupido ma quello che ho sul collo per me è un bacio…delle labbra del mio angelo.

Un bacio che mi ha dato il mio angelo custode nella notte, forse per ringraziarmi che ora finalmente mi sono accorta della sua reale presenza. dicono che gli angeli non hanno mano di carne e non possono toccarci, però io questo segno che ormai porto lo vedo come un segno suo…grazie per essermi sempre vicino.”

…per altre storie leggi qui.

Se volete potete distribuire liberamente questo testo, in maniera non commerciale e gratuitamente, conservandone l’integrità, comprese queste note, i nomi degli autori ed il link http://angeliradianti.com

Trovi gli articoli, le traduzioni e le recensioni di questo sito utili? Se vuoi puoi sostenermi in quello che faccio con una semplice donazione!


Angeli Radianti © 2017 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow