Diana Cooper: Gli Angeli della Pace

Non avevo mai sentito parlare degli Angeli della Pace, ma quando li vidi seppi immediatamente chi erano. Erano più grandi degli angeli risanatori ed erano di un colore diverso. Quei bellissimi esseri luminosi erano bianco panna e lanuginosi, con grandi e soffici ali. Non posso descriverli altrimenti. Erano caldi e piumosi al tatto e incredibilmente calmi.

Qualche giorno dopo aver per la prima volta conosciuto questi angeli, stavo tenendo un corso sulla pace interiore. Presumibilmente è proprio per questo che mi erano apparsi. Uno dei partecipanti, un uomo molto piacevole e affascinante, lavorava nella City. Ero sicura che fosse venuto a questo seminario sulla pace interiore per liberarsi un pò dallo stress e che non sapesse nulla dei regni spirituali superiori.

Durante un esercizio diventai consapevole che uno degli angeli della pace stava in piedi dietro di lui, circondandogli il plesso solare con le ali. Per un attimo fui incerta se dire qualcosa: di sicuro non volevo spaventarlo. D’altra parte, non volevo lasciarmi sfuggire una possibilità che avrebbe potuto essere importante per lui. Perciò gli spiegai che un angelo della pace teneva le sue ali attorno a lui e che se si fosse spinto all’indietro l’angelo lo avrebbe sorretto.

Lo fece senza alcuna esitazione, e in seguito mi disse che era stata un’esperienza confortante e meravigliosa. Si era sentito ispirato e felice.

Qualche mese dopo ero di nuovo sul punto di tenere un corso sulla pace interiore della durata di un fine settimana. Ero in piscina e riflettevo sul corso mentre nuotavo, e la mia mente doveva essersi rilassata ed essere diventata ricettiva, perché improvvisamente sentii una voce dire:

Noi vogliamo che tu trasmetta un messaggio importante alle persone che abbiamo riunito per questo fine settimana: La pace deve essere diffusa, e può iniziare solo dentro agli individui che sono pronti a lasciar perdere la loro lotta di potere con gli altri. La pace significa arrendersi allo spirito, non dimostrare di essere migliori di un altro.

“Invita ognuno di loro ad allestire in casa sua un angolo della pace. Non ci riferiamo a candele o cristalli o rituali particolari. Si tratta di uno spazio in cui si possono avere solo pensieri pacifici. Può essere un semplice angolino, come una sedia, ma dopo che avrete scelto il luogo, non lo dovrete avvicinare mai se non avrete pensieri tranquilli e pacifici.

Quel luogo sarà una specie di ghianda di pace. Germoglierà e crescerà diventando prima un alberello e poi un’immensa quercia protettiva che riempirà e proteggerà la vostra casa.

Iniziate piantando una ghianda di pace in casa vostra. Poi, poco per volta, piantatene altre in altri luoghi. Con altre anime orientate allo stesso modo scegliete un posto particolare. Può essere una cabina del telefono per la strada oppure un angolo della vostra città. Se ognuno di voi andrà in questo posto solo con pensieri di pace, anche se soltanto per un momento, seminerete e alimenterete un luogo di pace.

Molti alberi, ma non tutti, sono ancore di pace sul pianeta Terra. Se siete calmi e tranquilli e passate accanto a uno di questi alberi, fermatevi, espirate pace verso l’albero e inspirate la pace proveniente da esso. In questo modo contribuirete a rafforzare i punti di pace sul pianeta e diventerete voi stessi un punto di forza della pace, persone capaci di diffondere pace”.

È una legge spirituale che ciò su cui ci concentriamo cresce. L’angelo della pace mi insegnò che:

Concentrarsi sulla pace fa dissolvere la paura.
Concentrarsi sull’amore fa svanire l’odio.
Concentrarsi sulla gioia fa dileguare il dolore.
Coltivare fiori impedisce alle erbacce di crescere.

Tratto dal libro di Diana Cooper “Un Angelo con me

Puoi trovare la recensione di questo libro QUI

Scopri tutti i libri di Diana Cooper disponibili in Italiano

Trovi gli articoli, le traduzioni e le recensioni di questo sito utili? Se vuoi puoi sostenermi in quello che faccio con una semplice donazione!

 


Angeli Radianti © 2016 All Rights Reserved

Built by RadiantFlow